Home PageProdotti

Il Nuovo Conto Termico

 

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 2 gennaio 2013 il nuovo conto energia termico è pienamente operativo.  Chi vuole installare un impianto solare termico sul tetto di casa, dunque, almeno fino al 30 giugno 2013, si trova a dover scegliere tra tre diversi incentivi: le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie “semplici”, recentemente portate dal 36 al 50% e che dal 1° luglio torneranno al 36%, quelle del 55% per gli interventi di efficienza energetica, che pure (salvo novità) a luglio 2013 verranno abbassate al 36% e, appunto, il nuovo conto termico. 

Qual è il più conveniente? Abbiamo fatto delle simulazioni, giungendo ad una conclusione: se le detrazioni fiscali non sono molto meno generose come importo incentivato, il nuovo conto termico, che dà i soldi immediatamente, è molto più attraente e consente tempi molto più rapidi di rientro dell'investimento.

Come sappiamo, infatti, il nuovo conto energia per le rinnovabili termiche, che premia anche caldaie a biomassa e pompe di calore (oltre ad altri interventi di efficienza energetica, ma solo per la pubblica amministrazione), per gli impianti di solare termico sotto ai 50 metri quadri garantisce 170 euro a mq di superficie dei collettori all'anno per due anni. Diversamente dalle detrazioni fiscali (che vedono l'importo cui si ha diritto detratto dall'Irpef in 10 rate uguali in altrettanti anni), il nuovo meccanismo incentivante fa avere il contributo in due anni e non come detrazione, ma versandolo direttamente in conto corrente.

Il Decreto individua due tipologie di soggetti:
- i soggetti ammessi, in qualità di soggetti beneficiari degli interventi oggetto di incentivazione;

- i soggetti responsabili, in qualità di soggetti che hanno sostenuto direttamente le spese per l’esecuzione degli interventi.

I soggetti ammessi previsti dal decreto sono: le amministrazioni pubbliche e i soggetti privati, intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario.

Le amministrazioni pubbliche e i soggetti privati, ai fini dell’accesso agli incentivi, possono avvalersi dello strumento del finanziamento tramite terzi o di un contratto di rendimento energetico ovvero di un servizio energia.

Il decreto prevede, infatti, la figura del Soggetto Responsabile quale soggetto:
- che ha sostenuto le spese per l’esecuzione degli interventi e ha diritto all’incentivo;

- che stipula il contratto con il GSE per mezzo della scheda-contratto.

Il decreto definisce tre diverse modalità di accesso ai meccanismi di incentivazione:
- accesso diretto, a seguito della conclusione degli interventi;

- prenotazione degli incentivi, consentito alle sole P.A. mediante presentazione della richiesta di prenotazione degli incentivi;

- iscrizione ai Registri, necessaria per accedere all’incentivazione dei relativi interventi.

L’incentivo non è cumulabile con altri bonus fiscali e copre il 40%dell’investimento ed è dilazionato in un periodo compreso tra i 2 e i 5 anni.

I tetti massimi sono differenziati in base:
- al tipo di intervento;

- alla potenza dell’impianto

- alla zona climatica di riferimento

News & Promozioni

È stata pubblicata la versione definitiva del sito FuturoSolare, leader nazionale nella commercializzazione di prodotti per il risparmio energetico.

Il sito completamente rivisto nella sua struttura iniziale, è stato progettato e sviluppato ad-hoc al fine di garantire un'alta usabilità.

èancora in fase di costruzione. Ci scusiamo per eventuali contenuti mancanti.

Impianti Fotovoltaici

La tecnologia FV consente di trasformare direttamente la ‘luce’ del Sole in energia elettrica sfruttando il cosiddetto "effetto fotovoltaico" [continua]

Ventilazione Naturale

La ventilazione degli ambienti e la aspirazione dell’aria per il ricambio della stessa negli ultimi anni si stanno ritagliando spazi sempre più importanti [continua]

Impianti Stand Alone

Gli impianti stand alone sono quelli che producono energia elettrica per il consumo diretto a mezzo di accumulatori (batterie) [continua]

Impianti Solari Termici

Un impianto solare termico è un sistema che trasforma i raggi solari in calore, questo è solitamente accumulato [continua]

Impianti Eolici e Geotermici

L'energia eolica è la conversione dell'energia derivante dal vento prima in forma meccanica e da questa in elettricità, utilizzando turbine eoliche. [continua]

Risparmio Energetico

Il risparmio energetico è una fonte di energia rinnovabile “virtuale”, è anche la più immediata e accessibile a tutti. I tempi di recupero dell’investimento sono di solito rapidi o rapidissimi da due anni a qualche mese [continua]

FuturoSolare Srl - P.Iva 01763630686 ©Copyright 2020. All rights reserved.